Corte Suprema e Ku Klux Klan – MN #34

Indiana, Kansas, Montana, Nebraska, North Dakota, Oklahoma, Tennessess, Utah, West Virginia hanno presentato documentazione legale a sostegno del processo avviato dal Texas presso la corte costituzionale. Donald Trump con il suo team legale ha chiesto di essere associato alla causa.

Joseph E. Schmitz Chief Legal Officer PACEM Solutions International che in precedenza ha servitor come Inspector General del Department of Defense (2002-2005), la più vasta rete di inspector general al mondo.

La Corte Suprema ha “original jurisdiction” su diversi tipi di processi inclusi  quelli che riguardano uno stato contro l’altro.  Si basa sul 14° emendamento della costituzione degli Stati Uniti che è stato promulgato nel 1868 dopo la guerra con lo scopo di eliminare gli effetti della discriminazione contro gli schiavi liberati e garantire gli stessi diritti a tutti i cittadini.

Sezione 1

Tutte le persone nate o naturalizzate all’interno degli Stati Uniti e soggette alla loro giurisdizione sono cittadini degli Stati Uniti degli Stati un cui risiedono. Nessuno stato potrà approvare o imporre qualsiasi legge che riduca i privilegi e le immunità dei cittadini degli Stati Uniti; e nemmeno alcuno Stato potrà privare una persona della sua vita, della sua libertà o delle sue proprietà senza un processo equo; e non potrà nemmeno negare a qualsiasi persona nella sua giurisdizione l’equa protezione sotto la legge.

Dopo l’approvazione di questo emendamento, sono nate una serie di leggi che lo mettevano in pratica come richiesto nell’emendamento stesso.

Tra questi è molto importante il Civil Rights Act del 1871 che proibisce qualsiasi forma di cospirazione ai fini di privare i cittadini statunitensi di alcuni diritti civili fondamentali. E si focalizzava in particolare sul diritto al voto degli schiavi liberati.

Questa particolare legge viene anche chiamata colloquialmente la legge contro il Ku Klux Klan perché dopo l’approvazione del 14° emendamento c’erano problemi derivati da attività cospiratorie mirate a prevenire, soprattutto negli Stati del Sud, gli schiavi dal poter esercitare il potere fondamentale di voto.

In questo caso si applica alla cospirazione per impedire ai cosidetti “deplorable” chi sostiene Trump dal votare in modo libero.

Ironico il fatto che il Texas e in particolare la West Virginia usino la legge contro il Ku Klux Klan per impedire la discriminazione degli stati del Nord contro gli stati del Sud. La West Virginia è famosa per il senatore Robert Byrd, un senatore democratico rimasto senato per molto tempo e che prima era stato un membro reclutatore del Ku Klux Klan. Un politico che fece molte affermazioni profondamente razziste contro gli americani di colore e che del tutto per bloccare l’approvazione del Civil Rights Act del 1964 che di fatto attuava per la prima volta il Civil Rights Act del 1871.

Non è solo una questione di irregolarità elettorali, ma una negazione dei diritti civili.

Nel 1964 la Corte Suprema ha stabilito che il diritto al voto è il più importante dei diritti civili, che costituisce un fondamento per tutti gli altri diritti civili.

E’ il diritto civile primario come anche sottolineato nella legge del 1871 che proibisce qualsiasi cospirazione per privare i cittadini americani del loro diritto di voto in un’elezione equa e giusta.

La cospirazione elettorale

La definizione di cospirazione è 2 o più persone che si accordano per commettere un crimine.

Il fatto che il Texas abbia fatto causa a quattro stati per il fatto di aver fatto sostanzialmente le stesse cose non è una coincidenza e sottolinea l’idea della cospirazione.

L’Attorney General del Texas, Ken Paxton, allega alla sua causa uno studio statistic che mostra l’impossibilità statistica che quattro stati potessero contemporaneamente nella stessa notte passare da Donald Trump a Joe Biden. La probabilità è di 1 su un quadrilione, vale a dire un milione di miliardi. Nel 2012 la National Academy of Sciences, un’organizzazione privata che riunisce i ricercatori più importanti negli Stati Uniti, ha indicato che il metodo statistico è il modo più sicuro per identificare un brodo primordiale.

Lui ritiene che la Corte Suprema esaminerà il caso, la parte che non è ancora chiara è che tipo di rimedi potranno essere attuati. Altri osservatori ritengono che la Corte rimandi la questione al parlamento federale e lasciare che decida chi sarà il nuovo presidente.

Nel frattempo la procedura di inaugurazione per Biden è stata bloccata.

Ho la copia completa del ricorso presentato dal Texas alla Corte Suprema, sono 154 pagine.

Contiene molti dettagli sul brodo primordiale.

Con un proclama siglato il 4 dicembre 2020 Donald Trump ha nominato il 10 dicembre come il giorno dei Diritti Umani e il 15 dicembre come il giorno della Bill of Rights. Riunisce i primi 10 Amendements, i primi dieci articoli della costituzione statunitense e definisce i diritti dei cittadini statunitensi nei confronti del loro governo.

“Garantisce libertà e diritti civili all’individuo tra cui la libertà di parola, di stampa, e di religione. Definisce le regole per un processo equo e  riserva tutti i poteri che non sono stati delegati al governo federale.”

E’ stata utilizzata come modello per la definizione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani approvata dalle Nazioni Unite nel 1948 grazie all’opera instancabile di Eleanor Roosevelt.

L’idea fondamentale è che ci sono alcuni diritti di cui l’uomo dispone che non possono essere soppressi da qualsiasi governo.

“In precedenza quest’anno ho firmato un Ordine Esecutivo sulla Prevenzione della Censura Online che protegge e sviluppa la libertà di espressione degli Americani sui social media e altre piattaforme e cerca di combattere abusi contro i diritti umani in altre nazioni come la Cina che incarcera persone in massa in ragione della loro appartenenza a minoranze religiose. Fatti che sono spesso oscurati da una nube di false informazioni online.

Ho anche recentemente firmato un Ordine Esecutivo sulla promozione della libertà di religione che dà priorità a questa libertà fondamentale nell’attività diplomatica americana e riconosce che la promozione della libertà di religione all’estero è un fattore vitale per combattere il crescente livello di violenza e crimini contro l’umanità nel resto del globo. Non c’è nessun difensore della libertà che gli Stati Uniti e noi resteremo fermi nel nostro sforzo.”

Roberto Mazzoni

https://www.youtube.com/watch?v=kIVmw3zfBP0&t=794s

https://www.outsidethebeltway.com/senator_byrd_and_the_kkk/

https://www.usatoday.com/story/news/politics/elections/2020/11/04/election-2020-hanging-chads-reconstruction-and-contested-elections/6161664002/

https://www.whitehouse.gov/presidential-actions/proclamation-human-rights-day-bill-rights-day-human-rights-week-2020/

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere informato ogni volta che ne esce uno nuovo, iscriviti alla nostra newsletter.

Inviando questo modulo, acconsenti alla ricezione di newsletter ed email di marketing da parte di Mazzoni News, 1652 Harvard St, Clearwater, FL, 33755, US, https://mazzoninews.com.

Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link alla base delle email che riceverai da noi. Per informazioni su come gestiamo la privacy, per favore consulta la nostra privacy policy.


Commenti:

Possiamo fare informazione indipendente grazie al tuo sostegno. Se trovi utile il nostro lavoro, contribuisci a mantenerlo costante
Inserisci il tuo indirizzo di email qui sotto per sapere ogni volta che esce un video.

Inviando questo modulo, acconsenti alla ricezione di newsletter ed email di marketing da parte di Mazzoni News, 1652 Harvard St, Clearwater, FL, 33755, US, https://mazzoninews.com.

Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link alla base delle email che riceverai da noi. Per informazioni su come gestiamo la privacy, per favore consulta la nostra privacy policy.