Elezioni: le diavolerie della Georgia – MN #25

Discorso alla nazione di Trump che spiega abbastanza in dettaglio quello che è successo dal suo punto di vista e ribadisce che è il suo dovere assicurarsi che ogni voto lecito sia contato e ogni voto illecito sia scartato.

Trump ha promesso il veto del New Defence Authorization Act se non verrà inclusa l’eliminazione completa della Section 230.

Il Freedom Caucus della Camera dei Deputati chiede all’AG William Barr di rilasciare le prove che ha finora raccolto o considerato in materia di frode elettorale. Dove c’è fumo c’è anche fuoco. Ci sono testimonianze credibili. L’FBI non ha svolto un lavoro adeguato e nemmeno il Dipartimento della Giustizia. C’è un’elezione in Georgia settimana prossima e dobbiamo sapere se sarà affidabile. Condurre una revisione forense, trovare le prove e farci sapere se è stata un’elezione equa. 12/3/20

Georgia

Video in Georgia di valige piene di schede elettorali tirate fuori da sotto i tavoli nella contea di Fulton quando non c’erano più scrutatori e quindi contate. Ci sono diversi video che mostrano anche schede elettorali gettate via. Il video è stato presentato al parlamento della Georgia durante un’udienza specifica, dal team legale di Rudy Giuliani.

Il governatore Brian Kemp ora vuole risposte dal segretario di stato Brad Raffensberger che ha acquistato le macchine Dominion con un contratto di $ 107 senza gara d’appalto.

Il processo avviato da Sidney Powell riceve un appello accelerato.

Pennsylvania

30 parlamentari repubblicani della Pennsylvania hanno chiesto al Governatore di riaprire il parlamento in assemblea generale per affrontare la questione della frode elettorale ed eseguire supervisione di quanto sta emergendo. Hanno richiesto i registri dei tabulatori che mostrino quando i voti sono stati registrati durante la settimana delle elezioni. Un autotrasportatore ha portato 100.00 schede già compilate da Bethpage, New York, alla Pennsylvania. C’è una crisi costituzionale.

Entrambi i rami del parlamento della Pennsylvania hanno emesso decisioni ufficiali in cui accusano la branca esecutiva e giudiziaria dello stato di usurpare i poteri del Parlamento. La risoluzione ha 40 firmatari e servono 102 voti per trasformarla in legge (che ci sono) basta riunirsi.

Arizona

In Arizona il parlamento locale ha tenuto una seduta con vari testimoni. 44% delle persone che hanno votato per corrispondenza nella contea di Maricopa non hanno mai richiesto le schede per il voto per corrispondenza. Il governatore repubblicano Doug Ducey ha affrettato la certificazione prima di determinare la situazione con le accuse di brogli al fine di far entrare Mark Kelly, nuovo senatore, al senato il prima possibile. Il governatore sostiene che non sono state accettate schede elettorali dopo il 3 di novembre e che ogni firma sul voto per corrispondenza è stata esaminata da due scrutatori. Linda Brickman, capa del partito repubblicano nella contea di Maricopa ha testimoniato di aver personalmente osservato che dopo aver inserito un voto per Trump, avveniva una conversione automatica verso Biden eseguita dal sistema Dominion. Ha osservato la stessa cosa più volte. Ha riportato la cosa al supervisore del seggio e altri hanno detto a quel punto di aver osservato la stessa cosa. Ha anche notato che diverse volte nell’apertura delle schede la firma non è stata controllata. Lo scanner è stato regolato in modo che facesse passare qualsiasi scheda. E’ stata minacciata da vari supervisori elettorali nel centro di tabulazione di Maricopa county dove le chiedevano di non riportare la cosa. Ha saputo di molti altri che come lei sono stati minacciati.

La capa del partito repubblicano in Arizona, Kelli Ward, Ha chiesto al giudice di esaminare le schede e su 100 due sono state trovate scambiate da Trump a Biden. La differenza tra i due è il 3%. Ora ne esaminerà 2,500 per ordine del giudice. L’obiettivo è di invalidare 1,7 milioni di voti dati a Biden.

Phil Waldron, ex colonnello dell’esercito ed esperto di cybersecurity ha dichiarato di aver ricevuto la segnalazione anonima, inviata già alla divisione delle indagini criminali dellla procura dell’Arizona che 35,000 voti sono stati assegnati di partenza dal sistema Dominion ai candidati del Partito Democratico, con dettagli di dove e come è stato fatto. Il che coincide con quanto osservato nell’analisi temporale dei dati. La cosa può essere dimostrata con una completa indagine forense delle macchine usate. Le macchine Dominion aggiungono voti automaticamente in diverse contee fino a che non raggiungono il risultato desiderato. L’amministrazione repubblicana si rifiuta di permettere una revisione delle macchine. I funzionari di CISA si sono rifiutati di partecipare alle riunioni a luglio quando era stato segnalato dal team di Waldron quanto fosse facile entrare nelle macchine Dominion. Waldron ha confermato di poter giurare che gli hacker buoni del suo team hanno registrato connessione a Internet da parte delle macchine Dominion come pure traffico dall’estero verso Francoforte. Chris Krebs precedente direttore della CISA aveva dichiarato che questa era stata l’elezione più sicura della storia e che non c’era stata nessuna manipolazione dei dati. Manifestanti all’esterno che guardavano la riunione su un megaschermo.

Da un’indagine della documentazione registrata presso la SEC, la società che possiede Dominion Voting Systems ha ricevuto in ottobre $ 400 milioni dalla banca d’investimento svizzera UBS Securities che è del 75% proprietà del governo cinese. Dominion ha installato e gestito macchine per voto in 28 stati. Altri $ 200 milioni erano stati versati nel dicembre 2014.

Nevada

Inizia il processo. Le testimonianze parlano di 1500 morti che hanno votato, 42,248 elettori che hanno votato più volte.

Roberto Mazzoni

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi essere informato ogni volta che ne esce uno nuovo, iscriviti alla nostra newsletter.

Inviando questo modulo, acconsenti alla ricezione di newsletter ed email di marketing da parte di Mazzoni News, 1652 Harvard St, Clearwater, FL, 33755, US, https://mazzoninews.com.

Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link alla base delle email che riceverai da noi. Per informazioni su come gestiamo la privacy, per favore consulta la nostra privacy policy.


Commenti:

Donate

Possiamo fare informazione indipendente grazie al tuo sostegno. Se trovi utile il nostro lavoro, contribuisci a mantenerlo costante

Seleziona il metodo di pagamento

$ 0.00

Inserisci il tuo indirizzo di email qui sotto per sapere ogni volta che esce un video.

Inviando questo modulo, acconsenti alla ricezione di newsletter ed email di marketing da parte di Mazzoni News, 1652 Harvard St, Clearwater, FL, 33755, US, https://mazzoninews.com.

Puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul link alla base delle email che riceverai da noi. Per informazioni su come gestiamo la privacy, per favore consulta la nostra privacy policy.