Importanti vittorie contro il lockdown – MN #58

La none corte d’appello degli Stati Uniti ha dato ragione all’organizzazione religiosa Calvary Chapel Daytion Valley che aveva intentato causa contro il governatore del Nevada Steve Sisolak per l’emanazione di un editto che trattava le chiese in maniera molto più rigida rispetto ad altre organizzazioni come ad esempio i casinò.

La corte ha emanato un’ingiunzione contro Sisolak e ha ordinato la corte di primo grado che aveva già esaminato il caso di rivedere la propria decisione. La decisione segue la sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti contro il governatore dello Stato di News York Andrew Cuomo che aveva dato ragione alla diocesi cattolica di Brooklyn.

L’avvocato che ha assistito la Calvary Chapel Daytion Valley, David Cortman, ha dichiarato: “E’ un momento storico perché se la decisione fosse stata diversa avrebbe avuto conseguenze molto gravi per la libertà di religione e la libertà di esercitare attività religiose.

“Dobbiamo assicurarci che la Costituzione venga fatta valere soprattutto nei momenti difficili perché è proprio in quei momenti dove serve di più.

La corte d’appello ha aggiunto una nota alla sentenza che legge: “Ci uniamo rispettosamente alla Corte Suprema nel dire che i membri della nostra corte non sono esperti pubblici in materie mediche e che dovremmo rispettare il giudizio di coloro che hanno particolari competenze e responsabilità in tali aree.

“Ma persino durante una pandemia, la Costituzione non può essere accantonata e dimenticata. Impedendo ai fedeli di partecipare ai servizi religiosi come imposto dalle restrizioni, colpiscono al cuore delle garanzie offerte dal Primo Emendamento in materia di libertà religiosa.

Sentenze simili sono state emesse anche dalla Corte Suprema del Colorado contro il governatore Jared Polis e nel New Jersey i giudici si sono pronunciati a favore di un prete cattolico della North Caldwell Catholic, il reverendo Kevin Robinson che, assieme al rabbino Yisrael Knopfler di Lakewood, avevano fatto causa al governatore Phil Murphy sempre in materia di discriminazioni derivate dall’applicazione delle misure di lockdown.

Anche in questo caso si è trattato di enormi vittorie per la libertà di religione.

Un’altra vittoria importante è quella del sacerdote cattolico Trevor Burfitt che appartiene alla Società di San Pio X che ha vinto contro al governatore della California Gavin Newsom grazie alla rappresentazione della Thomas Moore society. Può tenere messa laddove altre chiese cattoliche sono chiuse.

“Satana stesso crede di poter guadagnare terreno mettendo da parte la chiesa, mettendo da parte il cristianesimo”. Ma per quanto riguarda la California satana ha già ricevuto una diffida da parte di padre Burfitt.

Un altro giudice californiano dà torto al governatore Gavin Newsom. A San Diego  il giudice della corte superiore Joel Wohfeil ha emesso una sentenza in cui vieta l’applicazione delle severe regole di shutdown imposte dal governatore Newsom ai ristoranti della contea. La liberatoria vale per qualsiasi tipo di attività che fornisca anche servizi di ristorazione.

Il senatore repubblicano Brian Jones ha lodato la decisione del giudice dichiarando: “I ristoranti forniscono un servizio essenziale alle nostre comunità.

Roberto Mazzoni

https://www.theepochtimes.com/attorney-sees-ninth-circuit-decision-as-landmark-for-religious-liberty_3621687.html

https://www.northjersey.com/story/news/2020/12/15/us-supreme-court-nj-priest-rabbi-sued-covid-phil-murphy/3911813001/

https://www.theepochtimes.com/judge-california-cant-force-restaurants-in-county-to-shut-down_3624270.html

https://www.youtube.com/watch?v=_4-Vg6yRJcE&feature=youtu.be

Commenti:

Possiamo fare informazione indipendente grazie al tuo sostegno. Se trovi utile il nostro lavoro, contribuisci a mantenerlo costante
Inserisci il tuo indirizzo di email qui sotto per sapere ogni volta che esce un video.

Video collegati

La corte californiana castiga Newsom – MN #39