Seleziona una pagina

QAnon e il “culto” di Trump – MN #93

Il Democratic Congressional Campaign Committee (DCCC) ha lanciato una serie di campagne pubblicitarie per un valore di mezzo milione di dollari mirate a screditare diversi parlamentari repubblicani che si presenteranno per rielezione nel 2022, accusandoli di essere sostenitori del movimento complottista QAnon.

I parlamentari presi di mira sono: Mike Garcia, Young Kim, Michelle Steel e Kevin McCarthy (California), Maria Elvira Salazar (Florida), Don Bacon (Nebraska), Beth Van Duyne (Texas) e Brian Fitzpatrick (Pennsylvania).

L’accusa è palesemente falsa perché Brian Fitzpatrick l’anno scorso aveva cosponsorizzato una campagna pubblicitaria in cui condannava QAnon.

Inoltre lo scorso 2 ottobre, 146 parlamentari repubblicani hanno votato alla Camera dei Deputati per condannare QAnon e la campagna di disinformazione complottista promossa da QAnon. Tra questi c’erano appunto Garcia, Bacon, Fitzpatrick e McCarthy. Gli altri quattro: Kim, Steel, Salazaar e Van Duyne non hanno potuto votare per quella risoluzione perché non erano stati ancora eletti.

Inoltre i parlamentari vengono accusati di essere codardi per aver votato contro l’impeachment di Trump. Garcia è un ufficiale di marina decorato, Bacon ha prestato servizio nell’aeronautica per quasi 30 anni ed è andato in pensione col grado di Generale di brigata e Fitzpatrick ha partecipato ad operazioni di anti-terrorismo con le forze speciali in Iraq.

Ora ci sono parlamentari democratici che sono preoccupati del potenziale contraccolpo che questo genere di pubblicità falsa potrebbe produrre sul partito Democratico stesso.

Il parlamentare democratico Dean Philips (Minnesota) ha dichiarato:

“Voglio vedere i Democratici che tengono uno standard più alto per quel che riguarda verità, fatti e principi. Se ci dimentichiamo le conseguenze della disinformazione, ne diventiamo colpevoli.

“Brian è un mio amico. E’ un uomo di principi, di decoro e quanto di più lontano da un sostenitore di QAnon”.

Un altro parlamentare democratico ha dichiarato:

“Quella pubblicità mi ha fatto davvero sentire a disagio quando l’ho vista. Questa idea che noi si contribuisca a un’atmosfera dove i fatti non sono più nemmeno degni di nota, è qualcosa di cui non voglio essere parte”.

La pubblicità sostiene che chi ha votato contro il secondo impeachment di Trump ha dimostrato di essere un sostenitore di QAnon. Inoltre indica i membri di QAnon responsabili per aver ispirato e condotto l’assalto al Campidoglio.

Un attacco diretto a 75 milioni di elettori

Il parlamentare repubblicano Mike Johnson ha dichiarato che l’impeachment aveva l’obiettivo di marchiare i 75 milioni di sostenitori di Trump come rivoltosi rendendoli indistinguibili dai circa 200 che sono entrati al Campidoglio e che avevano ogni genere di affiliazione politica.

“Se il nuovo standard di impeachment proposto dai Democratici dovesse prendere piede, la maggior parte della dirigenza del partito democratico dovrebbe essere sottoposta a censura oppure a impeachment.

Trump ha sempre sostenuto il rispetto della legge e la difesa della costituzione. E’ sempre stato contro la violenza della folla incontrollata.

L’impeachment è stato trasformato in un’arma politica al servizio del partito di maggioranza contro un presidente che non gli piace. Si è aperto un vaso di Pandora che potremmo non essere in grado di richiudere mai”.

Il livello di gradimento di Mitch McConnell leader di minoranza repubblicano al senato è sceso al 16%. Una contea del Kentucky ha richiesto che si dimetta dalla posizione di leader di minoranza dei repubblicani al Senato.

Joe Biden si lamenta del fatto che si continui a parlare di Trump, mentre il senatore di colore Tim Scott, repubblicano, dichiara che Donald Trump rimane la principale figura politica negli Stati Uniti per entrambi i partiti, anche se alcuni membri del suo partito stanno cercando di prendere le distanze.

Impeachment contro il governatore di New York Andrew Cuomo

Nick Langworthy, capo dei repubblicani di New York chiede che Andrew Cuomo, governatore dello stato, sia sottoposto a inchiesta giudiziaria e a impeachment per la gestione delle case di cura durante l’emergenza per il corona virus. Viene creata una commissione di impeachment contro Cuomo nel Parlamento dello stato di New York.

Nove senatori repubblicani richiedono l’apertura di un’inchiesta penale su Andrew Cuomo dopo che una delle principali assistenti di Cuomo, Melissa DeRosa, ha dichiarato che il governatore e il suo staff hanno nascosto informazioni relative ai pazienti affetti da COVID trasferiti nelle case di cura dove hanno rapidamente contagiato molti altri anziani portando alla morte di 15.000 persone, rispetto agli 8.500 riportati in precedenza sui resoconti ufficiali.

Donald Trump rilascia un’intervista con Greg Kelly di Newsmax. Insiste sulla frode elettorale e anticipa che potrebbe creare una presenza online, dice che sono in trattative su molti fronti e potrebbero creare il proprio sito. Finora non ha creato un account su Parler perché non crede che la piattaforma potrebbe reggere il numero di utenti che trascinerebbe. Dice di aver voluto stare un po’ in disparte di proposito. Dice che milioni di persone stanno lasciando Twitter perché è diventato molto noioso.

Il numero dei disoccupati negli USA balza a 861.000, con una crescita di 55.000 in più rispetto a quella attesa dagli economisti. Nel 2009, nel periodo più brutto dopo l’inizio della Grande Crisi Economica nel 2008, erano arrivati a 665.000.

Il partito Democratico propone una legge che impedirebbe a Trump di essere sepolto nel cimitero militare di Arlington oppure il versamento di fondi federali a edifici che portino il suo nome. Lo priverebbe anche di alcuni benefici che vengono riconosciuti ai presidenti che non siano stati rimossi dalla carica, come ad esempio la pensione e spedizione della posta gratuita.

Il New York Times pubblica un articolo di opinione che titola: se c’è mai stata una guerra interna al partito repubblicano, è finita. I partito appartiene a Donald Trump per tutto il tempo che vorrà tenerlo.

La Polonia multerà di $ 13,5 milioni qualsiasi piattaforma social media che rimuove contenuti oppure utenti senza motivi validi. La legge è stata concepita dal vice ministro polacco della giustizia, Sebastian Kaleta che ha dichiarato che la società di social media hanno preso di mira a lungo le idee politiche dei conservatori e dei valori tradizionali.

Bitcoin supera i $ 55.000 di valore, un livello mai raggiunto.

QAnon e guerra psicologica

Marco Tullio Cicerone: “Una nazione può sopravvivere ai suoi imbecilli ed anche ai suoi ambiziosi, ma non può sopravvivere al tradimento dall’interno. Un nemico alle porte è meno temibile perché mostra i suoi stendardi apertamente contro la città. Ma per il traditore che si muove tra quelle, la porta è aperta, il suo mormorio si sposta dalle strade alle sale del governo stesso. Perché il traditore non sembra un traditore. Parla una lingua che è familiare alle sue vittime ed usa il loro volto e le loro vesti, appellando alle profondità del cuore umano. Marcisce il cuore di una nazione; lavora in segreto come un estraneo nella notte, per abbattere i pilastri della nazione, infetta il corpo politico in modo inesorabile”.

QAnon appare essere un’operazione di disinformazione. Iniziata con alcune informazioni attendibili per catturare attenzione e creare un seguito, si è quindi spinta verso affermazioni sempre più fantasiose così da discreditare chiunque ritrasmettesse le notizie e creare l’idea di un complotto sovversivo con cui marchiare tutti i seguaci di Trump e lo stesso Trump.

Durante l’attacco al Campidoglio si sono visti diversi personaggi con i simboli di Q in aggiunta alle bandiere. E’ stato anche classificato come culto e usato ampiamente durante il processo di impeachment e dopo. Il personaggio più rappresentativo del movimento è primario Jacob Anthony Chansley alias Jake Angeli che si definisce lo Shamano QAnon, viene indicato come il simbolo dell’insurrezione e i giudici hanno chiesto di condannarlo a 25 anni di prigione. Afferma di essere un alieno arrivato da un altro pianeta, ma viene indicato come l’organizzatore di un tentato colpo di stato. Ha partecipato a riunioni di Black Lives Matter in Arizona, il suo stato di origine, ma ora si dice che ci sia andato per “diffondere il messaggio” di QAnon. In realtà ci sono immagini in cui guida una marcia di attivisti per il controllo del clima.

Si è anche offerto di partecipare al processo di impeachment per testimoniare contro Trump.

Il vero organizzatore dell’assalto appare essere John Earle Sullivan, attivista di Antifa, che era anche presenta al momento dell’uccisione di Ashli Babbit e che è stato rilasciato immediatemente dopo l’arresto come notato anche dal Michael van der Veen, uno dei avvocati del collegio di difesa di Trump.

La campagna pubblicitaria della Democratic Congress Campaign Committee afferma inoltre che durante l’assalto al Campidoglio è stato ucciso un poliziotto quando in realtà l’autopsia di Brian Sicknick ha riscontrato che non ci sono stati traumi quindi la causa della morte è ancora sconosciuta, ma è sicuramente falso che sia stato colpito con un estintore.

Nel video inoltre si attacca direttamente le parlamentari repubblicane Marjorie Taylor Greene e Lauren Boebert entrambe appena arrivate e formidabili alleate di Donald Trump.

Marjories Taylor Greene è la parlamentare che ha presentato la proposta di impeachment contro Joe Biden, ma che è stata attaccata ed espulsa da un paio di commissioni della Camera dei Deputati perché nel 2018 ha condiviso su Twitter alcuni post provenienti dall’area QAnon. La Green si è dovuta scusare, ma la sua credibilità è stata intaccata al punto che non è nemmeno stata invitata alla conferenza Conservative Political Action Conference – CPAC che si terrà ad Orlando il 27 di febbraio ed ha organizzato insieme a Lauren Boebert un evento alternativo denominato Republicans for National Renewal. Dell’impeachment di Biden non si è più parlato e perciò l’operazione di disinformazione di QAnon ha già avuto successo e verrà ripetuta in futuro nei confronti di qualsiasi repubblicano vogliano prendere di mira.

La campagna di propaganda QAnon è stata inoltre usata ampiamente da Jamie Raskin, che ha coordinato l’accusa contro Trump durante il secondo impeachment per classificare tutti i sostenitori di Trump come un culto e una massa di complottisti.

La campagna QAnon sarà strumentale per avviare un programma di sorveglianza speciale su milioni americani sospettati di essere terroristi per il solo fatto di aver sostenuto Trump e verrà probabilmente usata anche in altre campagne.

Perché le campagne di disinformazione sono dannose

La campagna QAnon è servita anche come operazione di opposizione controllata per limitare la volontà delle persone di essere personalmente attive a livello politico e a concentrarsi su fatti concreti sui quali possono creare effetti direttamente. Induce le persone ad aspettare che qualche altra entità entri in azione al posto loro come ci spiega Sebastian Gorka, esperto in controterrorismo che è stato consigliere di Trump alla Casa Bianca e che ha sempre difeso Trump pubblicamente.

Ecco il testo integrale del suo intervento:

Quindi aiutatemi, per favore. Perché ogni singola persona. E so che molti, molti individui sono spinti da buone intenzioni, non vogliono che gli incredibili ultimi quattro anni finiscano, la prosperità, la libertà, anche la semplice dedizione nei confronti dell’America e degli uomini e le donne dimenticati.

 

Ne vogliamo di più. Vorremmo cento anni di presidente dopo presidente che ami la Costituzione, chiunque essi siano. Fantastico. Ci piacerebbe. Ma questa non è una scusa per propagandare bugie e propaganda. La faccenda italiana [interferenza sulle elezioni], è una bugia. I berretti verdi che hanno rubato il portatile di Nancy [dal Campidoglio]. È una bugia. E ci sono un paio di ragioni per cui si sta propagando

 

oltre alla speranza: “Voglio tanto che sia vero”, il che è un po’ comprensibile anche se un po’ folle. Viene anche propagata da persone che non vogliono che vi concentriate su ciò che sta realmente accadendo, che non vogliono che vi impegniate, che non vogliono che guardiate ciò che i democratici stanno effettivamente facendo. Quindi è, è una distrazione. Sì. Non dovete fare nulla. Non dovete essere coinvolti politicamente. Non dovete concentrarvi su ciò che sta realmente accadendo perché c’è qualche unità segreta in Italia che sta portando qui le prove.

 

Non devi fare nulla. Rilassati. Il capo pensa a tutto. È davvero subdolo. È veramente pernicioso, ha lo scopo di smobilitarvi, di disincentivarvi. Quindi, numero uno, è un pensiero speranzoso, due una subdola malizia per distrarvi e disimpegnarvi da ciò che sta realmente accadendo.

 

E poi, per ultimo, il più ovvio, come qualcuno che mi ha mandato quella sbrodolata di 15 minuti di quella donna che ha detto, va bene, va bene. Ce l’abbiamo. Abbiamo la dichiarazione giurata, da una corte italiana. E’, è tutto a posto. Sappiamo che sono stati i satelliti spia italiani a rubare le elezioni. E mi sono trovato dopo 20 minuti che ascoltavo e ho pensato, sono così pazzo da sentire questa roba?

 

Ma se ti interessa la verità, questo è quello che fai, analizzi le prove e butti via la spazzatura. E tieni ciò che è buono, è ciò che ci dice la Bibbia. Si separa il grano dalla pula. Così ho continuato ad ascoltare. OK, onestamente, sono saltato alla fine.

 

Ho ascoltato per 25 minuti, sono saltato fino alla fine. E cosa è successo alla fine? È lì che si accende la lampadina. Quando la donna che ha sputato questa folle spazzatura dice, oh, e puoi donare a noi qui. È un imbroglio. È una truffa, è solo un modo per separarvi dai vostri soldi; ma alla fine della giornata, non mi importa delle ragioni individuali o se è solo una truffa, se è destinato a distrarvi, se è solo un desiderio speranzoso.

 

Non mi interessa quale sia la motivazione. Chiunque lo propaghi, lo mandi ad altri, lo condivida, ci creda, sta facendo del male a tutti noi. E, sapete, la prima persona che state danneggiando è il presidente, perché ha già detto che è tutto fatto e finito, stiamo trasferendo il potere pacificamente. Non fategli del male. Ha fatto abbastanza per voi, quindi dateci un taglio, chiunque stia diffondendo le bugie.

Gorka nel video ci dice che la vicenda dell’interferenza italiana che era stata attribuita a una persona appartetente alla società Leonardo, è una bugia. Così com’è una bugia il fatto che il portatile di Nancy Pelosi rubato il 6 di gennaio sia stato preso dai Berretti Verdi. C’è ancora gente che crede che il 4 di marzo Donald Trump verrà di nuovo insediato come presidente. Questa è un’altra teoria complottista che si è aggiunta a QAnon e che non ha nessuna possibilità di verificarsi. Usa, come le altre teorie complottiste, una certa quantità di informazioni plausibili e poi aggiunge tutta la parte fasulla.

E’ una prassi adottata da tempo e usata con ingredienti diversi in molti posti. E’ alla base delle cosiddette rivoluzioni colorate e, come dice Gorka, danneggia Trump e le persone che lo sostengono. Gorka ci spiega di aver visto questi fenomeni per molto tempo in aree afflitte da conflitti molto profondi.

L’ho capito molto tempo fa. Perché la gente cade nelle teorie complottiste? Ho passato uno dei miei lavori molte lune fa. Formavo giovani attivisti politici, conservatori della regione dei Balcani. Ero di base a Budapest, nell’Europa centrale. Ma una fondazione, una fondazione conservatrice, ha investito fondi per portare giovani, tipo 20enni, attivisti conservatori dai Balcani a Budapest per ricevere formazione in, sapete, discorso politico, campagna elettorale, e così via.

 

E ho tenuto quei corsi ed è stata una vera esperienza, soprattutto con i ragazzi dei Balcani appena usciti dalle guerre balcaniche. E quando si sentono a loro agio con te, è come viaggiare in Medio Oriente, quando un amico arabo si sente a suo agio con te e si fida di te. Amico, la roba che tirano fuori! Oh, mamma mia. C’è una ragione per cui i Protocolli di Sion, quel fanatico prodotto di propaganda, viene ancora pubblicato in Medio Oriente e disponibile a qualsiasi angolo di strada.

 

Così ho avuto modo di sentire alcune teorie cospirative piuttosto stravaganti e incredibili sul perché la NATO si è schierata nei Balcani, su chi ha davvero il controllo del mondo. E l’ho trovato molto inquietante, proprio a livello umano. Il fatto che giovani esseri umani, relativamente apparentemente istruiti, possano essere presi per il naso, possano credere in cose ridicole, sia che si tratti, sapete, del folle concetto che gli ebrei sono in controllo, o i capitalisti in una fumosa sala riunioni a New York che prendono decisioni che influenzano l’intero globo.

 

Il Bilderberg, gli Illuminati. L’ho analizzato, ho ascoltato e ho capito perché così tanti ci credono. Che sia la folle concatenazione di Lin Wood che dice: “Il vicepresidente sarà arrestato e ci sarà un plotone d’esecuzione!” oppure il generale McInerney, al quale ho scritto durante il fine settimana. Quando gli ho detto di smettere di danneggiare il presidente in America, sputando questa spazzatura: “Le forze speciali hanno preso il portatile di Nancy”.

 

Perché le teorie complottiste hanno una tale attrazione? Un effetto magnetico? Perché quando ci credi, non hai più alcuna responsabilità per te stesso. Se credi che il mondo sia controllato da cose che non hai la capacità di influenzare, allora non devi fare nulla. E infatti, alcune di queste teorie del complotto sono progettate per fare questo. Se senti che abbiamo le prove, Sidney ha le prove, abbiamo le pen drive, abbiamo il download dai satelliti militari italiani.

 

Che cosa significa questo?

 

Significa che non dovete fare nulla. Potete sedervi. Non dovete costringere il vostro Parlamento statale a fare il proprio lavoro.

 

Non dovete intraprendere un’azione politica con il vostro senatore o membro del Congresso, perché Lin Wood ha la soluzione.

 

Il generale McInerney se ne occuperà.

 

È progettato per tenerti seduto a far niente, l’ho guardato, questo folle audio di 50 minuti di questa donna che le sue fonti in Italia sono extra. Che cosa ha detto? Esfiltrare, esfiltrare. E’ come una squallida storia di Tom Clancy. Bene, i nostri agenti stanno per essere estradati dall’Italia proprio ora con le prove che gli italiani hanno rubato le elezioni.

 

Cosa stai fumando del crack? Oh, e poi ho capito perché alla fine dell’audio, lei dice, e puoi donare a noi questo sito web. Oh, capisco, capisco. È un imbroglio.

 

È una truffa. Vogliono che tu non faccia nulla oppure vogliono spillarti soldi. Svegliati America.

Le teorie complottiste sono bastate su un nucleo di verità che è stato portato alla luce in precedenza e che ha portato a un cambiamento di strategia da parte di chi diffonde la propaganda. Le operazioni segrete perdono efficacia nel momento in cui sono portate alla luce. Si prende quindi qualcosa che è stato scoperto e che ormai è screditato, e lo si amplifica e lo si abbina a informazioni del tutto false. In tal modo si scredita anche ci ha condotto la ricerca originale, quindi diventa efficace anche in modo retroattivo se c’è il giusto supporto dei media.

Le teorie complottiste servono anche per portare allo scoperto molti oppositori che altrimenti non sarebbero facilmente riconoscibili.

Solitamente si creano due campi opposti che si combattono vicendevolmente in modo da attrarre, attivare e classificare gli estremisti di qualsiasi colore.

Tecniche di guerra psicologica

Una delle funzioni primarie di una guerra psicologica consiste nel compilare dossier molto dettagliati sui potenziali alleati e sui nemici al fine di favorire gli uni ed eliminare gli altri, usando i media compiacenti. Anche i primi alleati vengono spesso eliminati una volta che i sovversivi raggiungono il potere. I primi alleati sono utili per destablizzare la nazione, ma poi diventano scomodi sia perché sanno troppo sia perché diventano avversari quando si sentono esclusi dai veri ruoli di potere dopo che i sovversivi l’hanno conquistato.

Vediamo la testimonianza diretta di Yuri Bexmenov, esperto in guerra psicologica del KGB.

I miei supervisori nel dipartimento segreto di ricerca e contropropaganda. Non ha niente a che fare né con la ricerca né con la contropropaganda. La maggior parte dell’attività del dipartimento consisteva nel compilare un enorme volume di informazioni su individui che erano strumentali alla creazione dell’opinione pubblica: editori, redattori, giornalisti, attori, educatori, professori di scienze politiche, membri del parlamento, rappresentanti dei circoli d’affari. La maggior parte di queste persone erano divise approssimativamente in due gruppi. Quelli che avrebbero seguito la politica estera sovietica sarebbero stati promossi alle posizioni di potere attraverso la manipolazione dei media e dell’opinione pubblica.

 

Coloro che rifiutavano l’influenza sovietica nel proprio Paese sarebbero stati assassinati in termini d’immagine o giustiziati fisicamente, in caso di rivoluzione. Come nella piccola città di Hue e nel Vietnam del Sud. Diverse migliaia di vietnamiti furono giustiziati in una notte quando la città fu catturata dai vietcong per soli due giorni, e la CIA americana non riuscì mai a capire come potevano i comunisti conoscere ogni individuo, dove vive, dove prenderlo, e sarebbe stato arrestato in una notte, praticamente in circa quattro ore prima dell’alba, messo su un furgone, portato fuori dai confini della città e fucilato.

 

La risposta è molto semplice. Molto prima che i comunisti occupassero la città, c’era una vasta rete di informatori, cittadini vietnamiti locali che sapevano assolutamente tutto sulle persone che erano strumentali all’opinione pubblica, compresi i barbieri e i tassisti. Tutti coloro che simpatizzavano per gli Stati Uniti venivano giustiziati. La stessa cosa è stata fatta sotto la guida dell’ambasciata sovietica ad Hanoi e la stessa cosa stavo facendo io a Nuova Delhi. Con mio orrore, scoprii che nei file dove le persone erano condannate all’esecuzione, c’erano nomi di giornalisti pro-sovietici con i quali ero personalmente amico.

 

Pro-sovietici.

 

Sì, erano idealisti di sinistra che hanno fatto diverse visite in URSS. Eppure il KGB aveva deciso che in caso di rivoluzione o di cambiamenti drastici nella struttura politica dell’India, dovranno sparire.

 

Perché?

 

Perché sanno troppo, semplicemente perché, vedete, gli utili idioti, gli uomini di sinistra che credono idealisticamente nella bellezza del sistema sovietico socialista o comunista o qualsiasi altro sistema, quando vengono disillusi, diventano i peggiori nemici. Questo è il motivo per cui i miei istruttori del KGB hanno specificatamente indicato di fregarmene degli uomini di sinistra.

 

Dimenticati di queste prostitute politiche. Mira più in alto. Queste erano le istruzioni che avevo ricevuto. Cercate di entrare nei media conservatori affermati che hanno grande diffusione, in contatto con i produttori di film che sono ricchi da far schifo, con gli intellettuali, con i cosiddetti circoli accademici, con le persone ciniche ed egocentriche che possono guardarvi negli occhi con espressione angelica e dirvi una bugia. Queste sono le persone più reclutabili, persone che mancano di principi morali, che sono troppo avide o che soffrono di presunzione. Sentono di essere molto importanti.

 

Queste sono le persone che il KGB voleva fortemente reclutare.

 

Ma perché eliminare gli altri? Perché giustiziare gli altri? Non servono a qualcosa? Non sarebbero loro quelli su cui contare?

 

Servono solo nella fase di destabilizzazione di una nazione. Per esempio, la vostra sinistra negli Stati Uniti, tutti questi professori, e tutti questi fantastici difensori dei diritti civili, sono strumentali al processo di sovversione solo per destabilizzare la nazione. Quando il lavoro è completato,

 

non sono più necessari. Sanno troppo. Alcuni di loro, quando si disilludono, quando vedono che i marxisti-leninisti vanno al potere, ovviamente si offendono. Pensano che saranno loro ad andare al potere. Questo non accadrà mai. Naturalmente, saranno messi al muro e fucilati.

Gli avversari vengono distrutti come immagine sui media oppure vengono eliminati fisicamente in massa dopo che i sovversivi hanno preso il potere.

In sintesi, gli effetti di queste campagne di disinformazione sono:

  1. Intercettare l’opposizione e pilotarla in modo che compia attività che sono favorevoli al propagandista.
  2. Schedare tutti i membri dell’opposizione per rappresaglie o purghe future.
  3. Bloccare l’attività degli oppositori che aspettano l’intervento di qualche elemento esterno e potente, e quindi non agiscono in prima persona.
  4. Distrarre da quello che sta davvero succedendo.
  5. Creare una classe di persone sintetica che può essere accusata di qualsiasi cosa il propagandista voglia accusarli.
  6. Coinvolgere una parte di queste persone in operazioni di falsa bandiera (false flag) che vengono quindi imputate al gruppo di opposizione.
  7. Seminare divisione all’interno degli oppositori.
  8. Alimentare la stampa con narrative e con nemici sintetici da attaccare e screditare al posto delle persone autentiche.
  9. Scatenare ribellioni che altrimenti non si verificherebbero spontaneamente.

Trump è caduto in alcuni tranelli da cui ora si sta sollevando, ma che avrebbero potuto essere evitati considerando che l’FBI aveva fatto circolare un avviso che ci sarebbero stati disordini a Washington, che il sindaco di Washington Muriel Bowser aveva rifiutato l’assistenza della Guardia Nazionale, che 146 parlamentari repubblicani avevano già votato per disconoscere QAnon in ottobre e considerando che QAnon era stato attivo sin dal 2018 e i simboli di QAnon erano stati visti diverse volte durante le manifestazioni a favore di Trump. Sarebbe stato sufficiente che Trump avesse preso le distanze ufficialmente da QAnon fin dal principio o comunque quando l’hanno fatto i parlamentari del suo partito.

Gli psichiatri dietro al “culto” di QAnon

All’origine della teoria del culto dei sostenitori di Trump, che prende forma nella campagna di disinformazione di QAnon, troviamo diversi psichiatri. Innanzi tutto lo psichiatra Jerrold Post che ha scritto il libro “Carisma pericolo: la psicologia politica di Donald Trump e dei suoi seguaci” pubblicato nel novembre del 2019.

Jerrold Post ha lavorato per 21 anni con la CIA come esperto al servizio di cinque presidenti degli Stati Uniti, per categorizzare la personalità politica di politici come Saddam Hussein e Osama bib Laden. Ha fondato e diretto il Centro per l’analisi della personalità e il comportamento politico della CIA dove aveva alle proprie dipendenze un team di psichiatri, psicologi e sociologi. E’ quindi diventato professore di psichiatria alla George Washington University. Nel libro Jerrold Post combina tecniche di psicoanalisi con un’indagine nella personalità di Trump che ha studiato attraverso i libri scritti da quest’ultimo.

E’ stato anche censurato dal Consiglio di Psichiatria e Affari Internationali dell’American Psychiatric Association perché aveva presentato in pubblico la sua opinione professionale sulla personalità di politici che non aveva mai nemmeno intervistato e ai quali non aveva chiesto il consenso.

Nel suo libro commenta che a partire dalle primarie repubblicane del 2015 per poi continuare nei primi anni della sua presidenza c’è stato un coro di giornalisti e altri commentatori che hanno messo in discussione la stabilità mentale di Donald Trump e lo hanno definito narcisita, maniaco-depressivo, mentalmente disturbato, psicopatico e delirante. Ma lui sostiene che non basta mettere in discussione la sanità mentale di Trump, ma bisogna esaminare anche quella dei suoi sostenitori.

Prosegue dicendo che un leader carismatico come Trump crea con i suoi seguaci un rapporto che ha le seguenti caratteristiche:

  1. Il leader è percepito dai seguaci come in qualche misura superumano.
  2. I seguaci credono ciecamente alle affermazioni del leader.
  3. I seguaci seguono senza discutere qualsiasi direttiva ricevuta dal leader.
  4. I seguaci danno al leader un supporto emotivo senza riserve.

Un altro psichiatra che si è distinto in questo ambito è Bandy X. Lee, psichiatra forense nella Facoltà di Medicina dell’università di Yale nonché capo progetto in seno all’Alleanza per la prevenzione della violenza della World Health Organization.

Lee ha pubblicato nel 2017 e quindi aggiornato nel marzo del 2019, il testo “Psichiatri ed esperti della salute mentale valutano un presidente”. Contiene i pareri di 37 psichiatri che dichiarano essere il loro dovere mettere in guardia gli americani rispetto agli aspetti pericolosi del carattere di Trump come pure il modo in cui i suoi seguaci lo sostengono come se fossero parte di un culto religioso, con conseguenze senza precedenti nella loro salute mentale.

Infine abbiamo Steven Hassan uno psicologo un membro della American Society of Clinical Hypnosis che si dichiara uno specialista nel recupero di adepti che hanno partecipato a gruppi religiosi. Ha scritto un libro intitolato “Il culto di Trump” che descrive, in sostanza, come Trump sia riuscito a fare il lavaggio del cervello a 75 milioni di americani.

Questa appare essere la tesi sposata in pieno anche da Jamie Riskin dopo il fiasco del secondo impeachment, il quale accusa i senatori che hanno votato per assolvere Trump di essere parte di un culto e quindi di agire senza ragionare di testa propria.

Il culto è chiaramente quello di QAnon che l’elite psichiatrica e psicologica dell’accademia americana vuole sfruttare per etichettare tutti i sostenitori di Trump come malati di mente e quindi spogliarli automaticamente di qualsiasi diritto civile.

Roberto Mazzoni

Altre risorse:

https://www.nytimes.com/2021/02/17/opinion/trump-mconnell-republicans.html

https://americanmilitarynews.com/2021/02/dems-introduce-bill-to-ban-trump-from-arlington-natl-cemetery-burial-block-federal-funds-to-any-property-with-his-name-and-more/

https://www.breitbart.com/economy/2021/02/18/jobless-claims-unexpectedly-jump-higher-to-861000/

https://americanmilitarynews.com/2021/02/dems-introduce-bill-to-ban-trump-from-arlington-natl-cemetery-burial-block-federal-funds-to-any-property-with-his-name-and-more/

https://www.theepochtimes.com/gop-senators-call-for-investigation-of-cuomos-potentially-criminal-actions_3702256.html

https://www.theepochtimes.com/gop-senators-call-for-investigation-of-cuomos-potentially-criminal-actions_3702256.html

https://www.breitbart.com/politics/2021/02/17/democrat-house-members-break-with-party-over-false-dccc-ads-alleging-all-republicans-are-qanon/

https://www.independentsentinel.com/viking-guy-25-years-in-prison-antifa-blm-not-a-day-in-jail-videos/

https://heavy.com/news/jake-angeli-q-shaman/

https://www.thegatewaypundit.com/2021/01/double-standards-antifa-blm-organizer-stormed-us-capitol-released-jail-without-bail/

https://www.breitbart.com/politics/2021/02/04/nolte-investigators-say-blunt-force-trauma-did-not-kill-officer-sicknick-capitol-riot/

https://www.newsmax.com/newsmax-tv/mitch-mcconnell-senate-gop-chuck-schumer/2021/02/17/id/1010464/

https://www.thegatewaypundit.com/2021/02/kentucky-county-demands-mitch-mcconnell-resign-gop-leader-us-senate-disgusting-attacks-president-trump/

https://www.thegatewaypundit.com/2021/02/new-york-assembly-republicans-start-impeachment-process-governor-cuomo/

https://defconnews.com/2021/01/11/buffalo-guy-trump-supporter-is-actually-a-leftist-agitator/

https://www.breitbart.com/politics/2021/02/02/fact-check-democrats-launch-ads-falsely-accusing-republicans-backing-qanon/

https://www.breitbart.com/radio/2021/02/15/rep-mike-johnson-impeachment-democrats-framing-75-million-trump-supporters-capitol-hill-rioters/

https://clerk.house.gov/Votes/2020218

https://nypost.com/2021/01/05/rep-jamie-raskin-wife-say-son-lost-battle-with-depression/

https://13wham.com/news/coronavirus/ny-gop-chair-calls-for-prosecution-impeachment-of-gov-cuomo

https://www.breitbart.com/politics/2021/02/17/poll-mitch-mcconnell-favorability-under-water-at-18/

https://www.breitbart.com/clips/2021/02/17/sen-tim-scott-i-still-believe-that-president-trump-is-the-most-powerful-political-figure-on-either-side/#

https://www.thegatewaypundit.com/2021/02/boom-poland-will-fine-big-tech-13-5-million-per-case-removing-ideological-content-poland-spent-45-years-communismit-taught-us-value-free-speech/

Commenti:

Possiamo fare informazione indipendente grazie al tuo sostegno. Se trovi utile il nostro lavoro, contribuisci a mantenerlo costante
Inserisci il tuo indirizzo di email per sapere ogni volta che esce un video.

Video collegati

Tecniche di guerra psicologica - MN #84

Trump, impeachment e Reichstag 2.0 - MN #90